Italia Digitale (news)


Sono troppi, ancora, i cittadini italiani che non hanno mai usato Internet. Circa il 40% degli italiani non possiede un computer e non sa mandare una e-mail e né pagare un bollettino on line.

La mancanza di competenze riguarda anche le piccole e medie imprese, con effetti molto significativi sulla capacità di crescita economica. Nei prossimi anni la domanda di competenze digitali continuerà ad aumentare e questo rappresenta la vera sfida per la modernizzazione del paese e la sua capacità di competere.

ita digitaleLa Coalizione Nazionale per le Competenze Digitali ha la missione di sviluppare l’alfabetizzazione digitale e favorire una diffusa consapevolezza sull’innovazione tecnologica nel paese, con particolare riguardo alle nuove professioni e al mondo delle piccole imprese, in modo da sostenere la società italiana nella sua interezza e complessità ad affrontare al meglio le sfide della trasformazione digitale. La Coalizione si fonda sulla collaborazione tra istituzioni, a livello nazionale e territoriale, mondo delle imprese e dei professionisti, mondo dell’educazione, organizzazioni sindacali, associazioni e organizzazioni della società civile, con i seguenti obiettivi principali:

  • Per i cittadini: maggiore “consapevolezza digitale” e maggiore capacità di utilizzare i servizi digitali e di partecipare al nuovo contesto socioeconomico, a partire dalla scuola e fino alle fasce di popolazione più anziana;
  • Per i lavoratori: incremento di competenze digitali per il mercato del lavoro in evoluzione;
  • Per gli imprenditori e i manager: aumento della capacità di individuare e sfruttare le opportunità offerte dall’economia digitale;
  • Per le piccole e micro-imprese: aumentare le potenzialità di innovare 132 STRATEGIA PER LA CRESCITA DIGITALE 2014-2020 processi e prodotti e incrementare la propria competitività;
  • Per i dipendenti delle PA: incremento della capacità di utilizzare proattivamente le tecnologie e i servizi digitali.

Tra le misure di incentivazione proposte per accelerare il processo di digitalizzazione si ambisce ad introdurre misure di agevolazione per la “Nuova Impresa intesa come Start-up di se stessa” nell’ambito di un provvedimento che estenda alla PMI che innovano nel Digitale, i benefici degli artt. 25-32 del DL 179/2012 per le Start-up innovative, ove tali imprese presentino un progetto imprenditoriale caratterizzato da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, e/o mirato allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, e/o finalizzato alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata. L’impatto atteso è quello di un cambiamento profondo in molte aree, sia quelle coinvolte dal rapido sviluppo delle competenze digitali, sia quelle che riguardano la cultura digitale.

KPI di risultato

Grado di partecipazione dei cittadini attraverso il web a attività politiche e sociali
Grado di utilizzo di Internet nelle famiglie
Utilizzo dell’eGovernment da parte delle imprese

KPI di impatto

Dimensioni Indicatori
Human Capital Internet Users
Basic Digital Skills
ICT Specialist
STEM Graduates
Use of Internet Music, Video and Games
Video on Demand
Video Calls
Social Networks
Banking
Shopping
Integration of Digital Technology Electronic Information Sharing
RFID
Social Media
eInvoices
Cloud
SMEs Selling Online
eCommerce Turnover
Selling Online Cross-border
Digital Public Services eGovernment Users
Pre-filled Forms
Online Service Completion

Il potenziale delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione per favorire l’innovazione, la crescita economica e la competitività
Strategia per la crescita in Digitale